CONFERENZA EPISCOPALE della TURCHIA

Sito ufficiale della Chiesa Cattolica in Turchia

Dal 1976, la Conferenza Episcopale della Turchia (CET) è l’istituzione ecclesiastica di natura permanente, eretta dalla Santa Sede, il 1 ° febbraio 1978 e anche dall’Unione interrotta di vescovi e ordinari (latino, armeno, siriaco, caldeo, assiro) della Turchia che esercitano congiuntamente funzioni pastorali per i fedeli loro affidati, secondo le norme di legge e gli statuti approvati dalla Santa Sede.

L’obiettivo della CET è quello di favorire una cooperazione sempre più stretta e più piena tra i Vescovi della Turchia e gli altri Ordinari in modo che la condivisione delle intuizioni dalla loro prudenza, dalle loro esperienze e dal confronto delle loro opinioni, possa tradursi in un’unione armoniosa di tutte le energie per il bene comune della Chiesa, specialmente per quanto riguarda le forme e i mezzi dell’apostolato adattati in modo appropriato alle circostanze del tempo e del luogo, secondo la legge.

La Conferenza Episcopale per un migliore esame di determinate questioni particolari deve istituire delle commissioni speciali composte da gente comune o altre persone, anche laici. Le commissioni CET sono le seguenti: commissione per la catechesi e il catecumenato, commissione per l’ecumenismo, commissione per il dialogo interreligioso e culturale, commissione per la pastorale dei servizi sanitari e di beneficenza, commissione per i laici (per i giovani e la famiglia), commissione per la traduzione di termini religiosi in turco.

Le varie commissioni trasmettono le loro conclusioni alla Conferenza Episcopale alla quale è riservato esclusivamente il potere decisionale.

La Conferenza Episcopale della Turchia si riunisce due volte l’anno in assemblea generale in primavera e in autunno e quando richiesto da almeno la metà dei suoi membri.